Il suolo è generalmente definito come lo strato superiore della crosta terrestre, formato da particelle minerali, materia organica, acqua, aria e organismi viventi. E 'l'interfaccia tra terra, aria e acqua e ospita gran parte della biosfera 

Il suolo è una risorsa naturale di vitale importanza per l’uomo e per l’ecosistema. Infatti svolge numerose funzioni quali:

1)      Il suolo è alla base delle attività agricole e zootecniche ed è dunque il principale fattore per la produzione di alimenti. Più il suolo è sano, vitale, in una parola fertile, più i raccolti saranno abbondanti e di qualità.

2)      Il suolo è alla base delle attività forestali, cioè alla base della produzione di legname da costruzione, legna da ardere e biomassa in generale. Per sostenere un bosco è necessario uno strato di suolo in cui le radici si possano ancorare. Quando il suolo viene eroso dalle piogge, o dilavato dalle frane, il bosco non può ricrescere e rimane nudo o al limite ricoperto da vegetazione rada di tipo erbaceo/arbustivo.

3)      Il suolo conserva e regola il flusso di acqua nei bacini imbriferi, mitigando il rischio di alluvioni.

4)      Il suolo filtra l’acqua, purificando le acque sotterranee. Questo significa che la qualità dell’acqua che noi utilizziamo sia per uso potabile che per altro uso (ad esempio per l’irrigazione) dipende dalla salute e dallo stato di conservazione dei nostri suoli.

5)      Il suolo decompone e accumula la sostanza organica e in questa maniera contribuisce a ridurre la concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera, contribuendo alla riduzione dell’effetto serra. Un suolo fertile, ricco di humus, ha dunque anche un effetto benefico sul clima.

6)      Il suolo è la casa di una gran varietà di esseri viventi, dai più piccoli organismi unicellulari a i più grandi visibili a occhio nudo (lombrichi, formiche, ecc) e quindi svolge un ruolo fondamentale nell’ecosistema.